Dopo venti anni di lavoro educativo a contatto  diretto e quotidiano con i giovani del circuito penale per i  minorenni nasce il bisogno di uno spazio di riflessione e confronto sui temi e sui metodi della professionalità pedagogica.

 

BIONARRAZIONE risponde all’esigenza di dare voce all'esperienza nascosta del lavoro educativo dentro il contesto chiuso del  carcere, il rapporto con i giovani, le esperienze di narrazione autobiografica, i possibili percorsi del cambiamento.

 

 

"Considero questo spazio come il diario della mia vita professionale, il mio modo di stare dentro il carcere, strumento per riflettere e comunicare, l'occasione che ogni giorno mi prendo per lasciare piccole tracce di questo mio lavoro nascosto e lanciare deboli segnali sugli impegni che ancora mi chiamano.

Non ho mai pensato il mio lavoro in carcere come un'esperienza chiusa e finita, come il luogo dove passo gran parte della mia giornata; ho creduto invece (e ci credo ancora) al dovere civico della parola che offre occasione di contatto con la vita e si inventa strumenti di apertura e speranza. Non ho altro da fare che raccontare quello che le persone mi rivelano per agire un cambiamento possibile." (Girolamo Monaco)

Narrazioni Autobiografiche Educative: spazio di riflessione e confronto sui temi e sui metodi della professionalità pedagogica

bionarrazione@virgilio.it